La Musica è Vita.

La musica è il dizionario dei sogni,

con essa si può comunicare senza parlare,

volare senza avere ali

rivivere o andare avanti,

divertirsi o piangere.

martedì 30 marzo 2010

Bellissimo video dedicato ad ...Eccoti...883





Eccoti sai ti stavo proprio aspettando
ero qui ti aspettavo da tanto tempo
tanto che stavo per andarmene
e invece ho fatto bene

sei il primo mio pensiero che
al mattino mi sveglia
l'ultimo desiderio che
la notte mi culla
sei la ragione più profonda
di ogni mio gesto
la storia più incredibile
che conosco
conosco

eccoti come un uragano di vita
e sei qui non so come tu sia riuscita
prendermi dal mio sonno scuotermi
e riattivarmi il cuore

sei il primo mio pensiero che
al mattino mi sveglia
l'ultimo desiderio che
la notte mi culla
sei la ragione più profonda
di ogni mio gesto
la storia più incredibile
che conosco

eccoti anche ora che non sei in casa
tu sei qui mi parla di te ogni cosa
gli oggetti sembrano trasmettermi
l'amore nello sceglierli

eccoti finalmente sei arrivata
e sei qui non sai quanto mi sei mancata
speravo tu esistessi però non immaginavo tanto

sei il primo mio pensiero che
al mattino mi sveglia
l'ultimo desiderio che
la notte mi culla
sei la ragione più profonda
di ogni mio gesto
la storia più incredibile
che conosco
conosco
conosco
conosco
conosco
conosco




martedì 23 marzo 2010

L’informazione non si può interrompere, la stampa deve essere libera.




http://live.raiperunanotte.it/








Con

Roberto Benigni, Antonio Cornacchione, Teresa De Sio, Gillo Dorfles, Elio e le Storie Tese, Emilio Fede, Giovanni Floris, Milena Gabanelli, Sabina Guzzanti, Riccardo Iacona, Giulia Innocenzi, Gad Lerner, Daniele Luttazzi, Trio Medusa, Mario Monicelli, Morgan, Nicola Piovani, Norma Rangeri, Filippo Rossi, Michele Santoro, Barbara Serra, Marco Travaglio, Vauro e Antonello Venditti.

L’informazione non si può interrompere, la stampa deve essere libera.

Per questo la Fnsi - Federazione Nazionale della Stampa Italiana - ha deciso di organizzare “Rai per una notte”, uno sciopero bianco per la difesa della libertà di stampa e dell’informazione che si terrà Giovedì 25 marzo, dalle ore 20 alle 24, al Paladozza di Bologna.

Rai per una notte sarà una manifestazione – trasmissione condotta da Michele Santoro con la partecipazione di Giovanni Floris, Daniele Luttazzi, Marco Travaglio, Vauro, la squadra di Annozero e molti altri ospiti del mondo del giornalismo e dello spettacolo.
La Fnsi e l’Usigrai – Organismo sindacale di base dei giornalisti Rai - metteranno a disposizione su Internet le riprese video e audio della manifestazione e consentiranno a tutti coloro che vorranno di riprendere e trasmettere in Tv o per radio l’intero evento.













SEGUILO ANCHE SU FACEBOOK:


http://www.facebook.com/pages/RAI-PER-UNA-NOTTE/403173375925?v=wall&ref=ts


lunedì 8 marzo 2010

Ma come mai è nata la Festa della Donna?

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA


Al giorno d'oggi l'8 Marzo è una data molto attesa, soprattutto dai fiorai, che percepiscono grossi guadagni vendendo una grande quantità di mazzettini di mimose, divenute il simbolo di questa giornata.


Ma qual è il significato reale e l'origine di questa ricorrenza?



C’è chi, come le femministe francesi degli anni Cinquanta, dice che la giornata della donna sia stata scelta «per commemorare il 50° anniversario di uno sciopero di lavoratrici tessili, brutalmente represso a New York l’8 marzo del 1857».

Chi per ricordare la rivolta pacifista delle operaie di Pietrogrado, l’8 marzo 1917.

Chi, come il bollettino del Pci Propaganda nel ’49, per celebrare l’8 marzo 1848, quando le donne di New York scesero in piazza per avere i diritti politici.

Chi in memoria dell’incendio del 1911 (con la data sfalsata di due settimane e passa)

e chi di un fantomatico incendio a Boston nel 1898.

Col risultato che alla fine, a forza di passaparola e di equivoci, ne è uscito un collage, fissato nel 1954 da un fumetto del settimanale della Cgil Il lavoro (che due anni dopo pubblicherà anche una specie di fotoromanzo assai raffazzonato) in cui si è mischiato tutto: date, luogo, episodi, numero dei morti, tutto.

Con la probabilità che siano stati confusi più incendi (81 nella sola New York e nel solo 1911 in fabbriche di quel tipo) compreso uno avvenuto effettivamente l’8 marzo (1908) alle scuole di Collingwood in cui erano morti 173 bambini e due insegnanti.

Per non dire del caos su chi, come e quando propose per primo la fatidica data oggi legata alle mimose.

Certo è che, fosse anche falso il collegamento storico, non c’è episodio nella storia delle donne più adatto a segnare un punto di svolta quanto la catastrofe alla Triangle Waist Company .

Le cinquecento ragazze tra i 15 e i 25 anni che lavoravano con un centinaio di uomini e rare colleghe più anziane, negli ultimi tre piani del palazzo,, facevano infatti una vita infame.

I padroni della camiceria, Max Blanck e Isaac Harris, avevano chiuso dentro gli operai: avevano paura che rubassero delle stoffe, o che si allontanassero dal lavoro.

E’ bene ricordare che quelle povere persone lavoravano in quell’ambiente per 12 e a volte 14 ore al giorno, tutti i giorni della settimana, esclusa la domenica, per un ammontare fra le 60 e le 72 ore settimanali.

E che venivano pagate dai 6 ai 7 dollari la settimana.

Porte sbarrate dall’esterno quindi perché le ragazze non si allontanassero.

Mancavano venti minuti alle cinque del pomeriggio. Altri cinque e tutte le lavoratrici della camiceria si sarebbero alzate per tornare a casa, a Brooklyn.

Gli impiegati degli altri uffici del palazzo se n’erano andati a mezzogiorno.

Come fosse partita la prima fiammata, avrebbe ricostruito il giorno dopo il Daily Telegraph ripreso dal Corriere della Sera , non si sa.

L’incendio scoppiò all’ottavo piano e non fu di origine dolosa, seppure assolutamente prevedibile: lo stanzone era infatti pieno di stoffe infiammabili, il pavimento di legno era coperto di ritagli di stoffa, l’illuminazione era a gas e molti degli uomini fumavano e per l’eventualità di un incendio c’erano solo dei secchi d’acqua.

Ma in pochi istanti il fuoco attaccò i mucchi di stoffa dilagando per l’ottavo piano e avventandosi sul nono e sul decimo.

Fu l’inferno.

Le poverette cercarono di scendere per la scala anti-incendio ma era troppo leggera e cedette di colpo, mentre le fuggitive piombavano.

Alcune riuscirono a raggiungere l’ascensore, che per un po’ andò su e giù portando in salvo alcune decine di ragazze, poi cedette di schianto: nella tromba, a fiamme domate, sarebbero stati trovati una trentina di corpi.

Erano centinaia, le ragazze e le bambine italiane che lavoravano lì, sfruttate da quei carnefici. Centinaia.

E almeno 39 identificate («da un anello, da un frammento di scarpa») più dieci ufficialmente disperse, videro finire così il loro sogno americano.

I loro assassini, al processo, vennero assolti.

L’8 marzo, dopo tante rimozioni, ricordiamoci anche di loro.

Tratto in parte da un articolo di Gian Antonio Stella

venerdì 5 marzo 2010

Un piccolo aiuto........

Grande interpretazione di Zucchero di "Un piccolo aiuto" (alla chitarra Eric Clapton)





Non so da dove arrivi

Con chi adesso vivi

Però sei una bella sorpresa per me

Non so che cosa hai in mente

Non so se c'è un assente

Pero tu resta per un pó


Perchè io ho bisogno di un piccolo aiuto

E lo sai nel mio letto c'è un posto per te

Dormi pure se ti va

E riposati quanto vuoi

Ho bisogno di serenità

E di un piccolo aiuto.



Io e te due vite strane

E un mare di troppe grane

Io e te di nuovo qui

Io e te.


Se vuoi io ti preparo

Un caffè un pó leggero

Così puoi dormire se lo vuoi


Perchè io ho bisogno di un piccolo aiuto

E lo sai nel mio letto c'è un posto per te

Non parlare se non ti va

E riposati quanto vuoi

Ho bisogno di serenità

E di un piccolo aiuto


Io ho bisogno del tuo aiuto

E lo sai nel mio letto c'è un posto per te

Questa volta come vedi

Non mi reggo più nemmeno in piedi

Ho bisogno di serenità

E di un piccolo aiuto.


dal vivo Silver ad Xfactor in "Un piccolo aiuto" accompagnato al piano forte da Eros Cristiani








Silver.... in attesa di novità.........



Ho conosciuto Silver...che bella emozione ..........è proprio come lo descrivono.......
spero non si rovini con il successo ma che rimanga un ragazzo semplice e in gamba com è adesso.

Wmentre siamo in attesa di novità da parte sua vi scrivo qualcosa .

Posso dirvi che anche se non sembra è' una buona forchetta , gli piace un pò tutto : beve caffè d'orzo, birra Beck's e gli piace il pollo al curry .

Questo è l indirizzo della pagina del FAN CLUB se volete iscrivervi cliccate qui:
http://www.facebook.com/pages/Silver-FanClub-Ufficiale/143003089032?ref=nf

Stanno facendo un sondaggio per la migliore canzone interpretata da Silver durante ad XFactor
per votare :
http://apps.facebook.com/sondaggi/sondaggio.asp?fb_page_id=143003089032&id=8215

Vi do due assaggi di due pezzi interpretati che mi sono piaciuti:

il primo è la simpaticissima interpretazione di "Giornali Femminili" di Luigi Tenco



GIORNALI FEMMINILI

Leggendo certi giornali femminili

verrebbe da pensare che alla donna

interessino poco i problemi piu' grandi:

trasformare la scuola

abolire il razzismo

proporre nuove leggi

mantenere la pace.

Comunque, per fortuna esiste l'uomo

che si preoccupa...

mi dovete scusare

se mi scappa da ridere,

comunque l'uomo, è certo

si preoccupa molto...


Leggendo certi giornali femminili

verrebbe da pensare che alla donna

interessi soltanto il problema del cuore:

trovare un giorno o l'altro

il proprio grande amore,

magari con lo sguardo

di quel famoso attore.

Comunque per fortuna esiste l'uomo

che è piu' positivo...

chissà...chissà perchè a sto punto

mi scappa da ridere,

comunque l'uomo è certo

molto piu' positivo...

Leggendo certi giornali femminili

verrebbe da pensare che la donna

si interessi ben poco dei problemi piu' grandi;

la sua prima esigenza

sembra una vita comoda,

magari un po' di lusso

per essere invidiata.

Comunque, per fortuna, esiste l'uomo

che è meno egoista...

mi dovete scusare

ma devo proprio ridere...

forse questa canzone

io non la so cantare...


il secondo assaggio è Space Oddity di David Bowie



SPACE ODDITY
(Bowie)

Ground Control to Major Tom
Ground Control to Major Tom
Take your protein pills
and put your helmet on

Ground Control to Major Tom
Commencing countdown,
engines on
Check ignition
and may God's love be with you

(spoken)
Ten, Nine, Eight, Seven, Six, Five, Four, Three, Two, One, Liftoff

This is Ground Control
to Major Tom
You've really made the grade
And the papers want to know whose shirts you wear
Now it's time to leave the capsule
if you dare

This is Major Tom to Ground Control
I'm stepping through the door
And I'm floating
in a most peculiar way
And the stars look very different today

For here
Am I sitting in a tin can
Far above the world
Planet Earth is blue
And there's nothing I can do

Though I'm past
one hundred thousand miles
I'm feeling very still
And I think my spaceship knows which way to go
Tell my wife I love her very much
she knows

Ground Control to Major Tom
Your circuit's dead,
there's something wrong
Can you hear me, Major Tom?
Can you hear me, Major Tom?
Can you hear me, Major Tom?
Can you....

Here am I floating
round my tin can
Far above the Moon
Planet Earth is blue
And there's nothing I can do.

STRANEZZA SPAZIALE 1
(Bowie)

Torre di Controllo a Maggiore Tom,
Torre di Controllo a Maggiore Tom,
Prendi le tue pillole di proteine e mettiti il casco.

Torre di Controllo a Maggiore Tom
comincia il conto alla rovescia,
accendi i motori,
controlla l'accensione
e che Dio ti assista.

(parlato)
Dieci, nove, otto, sette, sei, cinque,
quattro, tre, due, uno, Partenza

Questa è la Torre di Controllo
a Maggiore Tom,
Ce l'hai proprio fatta
E i giornali vogliono sapere che marca di camicia porti
E' arrivato il momento di lasciare la capsula se te la senti.

Qui è Maggiore Tom a Torre di Controllo,
Sto uscendo dalla porta
E sto galleggiando nello spazio
in modo strano
E le stelle sembrano molto diverse oggi.

Perché
Sto seduto in un barattolo di latta,
Lontano sopra il mondo,
Il pianeta Terra è blu
E non c'è niente che io possa fare.

Malgrado sia lontano
più di centomila miglia,
Mi sento molto tranquillo,
E penso che la mia astronave sappia dove andare
Dite a mia moglie che la amo tanto,
lei lo sa

Torre di Controllo a Maggiore Tom
Il tuo circuito si è spento,
c'è qualcosa che non va
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti, Maggiore Tom?
Mi senti......

Sono qui che galleggio
attorno al mio barattolo di latta,
Lontano sopra la Luna,
Il pianeta Terra è blu
E non c'è niente che io possa fare



Sono i sentimenti che creano l'attrazione, non solo l'immagine o il pensiero. Vivi, senti, attua il tuo futuro come se stesse accadendo.
"Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ciascuno con il proprio talento" P. Coelho
Guarire significa imparare ad amarsi, a onorarsi, a rispettarsi.

Il conoscente e' quella persona di cui siamo abbastanza amici da chiedere un prestito, ma non tanto intimi da restituirlo.

> Ambrose Bierce
"Guarda le piccole cose perchè un giorno ti volterai...e capirai che erano grandi" Jim Morrison

GUARDA QUI

Ebook
I Migliori Ebook Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Affiliazione
Vuoi Guadagnare? Iscriviti Subito al Programma di Affiliazione
Autore?
Pubblica Online il Tuo Ebook! Il 60% è per te! Ottime Vendite!
AUTOSTIMA.NET: PNL & CRESCITA

Guida Programmi TV

Il segno più sicuro che si è nati con grandi qualità è l'essere nati senza invidia

- Titolo del sito IL BLOG DI HEIDI - Descrizione del sito IMPROVVISAZIONE SENTIMENTO E LIBERTA' - Parole chiave del sito IL SEGRETO THE SECRET MUSICA VIDEO SALUTE CONSIGLI AFORISMI NOTIZIE