La Musica è Vita.

La musica è il dizionario dei sogni,

con essa si può comunicare senza parlare,

volare senza avere ali

rivivere o andare avanti,

divertirsi o piangere.

lunedì 28 luglio 2008

Ecco le regole da seguire per dormire bene e svegliarsi meglio : gli esperti consigliano











Gli esperti dell'Associazione italiana di medicina del sonno consigliano:

Andare a dormire ogni sera e alzarsi ogni mattina alla stessa ora, anche durante il fine settimana, e indipendentemente da quanto si è dormito di notte; Praticamente non dormire di più la mattina, anche se si è dormito poco di notte;

Se apriamo gli occhi prima che suoni la sveglia, alzarsi dal letto e iniziare la propria giornata;

Evitare di mettersi a letto se non si è assonnati: il sonno non può essere "forzato";

Se non si riesce a dormire, è preferibile non rimanere a letto: meglio alzarsi, uscire dalla camera da letto e dedicarsi ad attività rilassanti, come leggere un libro, guardare la televisione;

Usare il letto solo per dormire;

Cercare di rilassarsi il più possibile prima di andare a letto, per esempio facendo un bagno (ma non la doccia, che ha un effetto stimolante), o bevendo latte caldo o tisane e infusi a base di erbe (sempre valida la vecchia camomilla);

Se si ha fame all'ora di andare a dormire, mangiare qualcosa di leggero; Niente cibi troppo elaborati, ricchi di grassi e proteine, che impegnano l'organismo ad una digestione troppo laboriosa;

Non fare troppi "pisolini" durante il giorno: influiscono negativamente sul sonno della notte; l’ideale è la pennichella dopo pranzo di 15-20 minuti .

Dormire in un letto comodo, in una camera da letto protetta quanto più possibile dai rumori, ad una temperatura ambiente nè troppo fredda nè troppo calda;

Mangiare ad orari regolari, evitando pasti abbondanti in prossimità dell'ora di andare a letto. Preferire cibi ricchi di carboidrati;

Fare con regolarità un'attività fisica durante il giorno, soprattutto di pomeriggio.

Non bere bibite contenenti caffeina o alcolici prima di coricarsi.
L'alcol può indurre sonnolenza ma, terminati i suoi effetti, si rischia di svegliarsi nel cuore della notte e, magari, incontrare difficoltà a riaddomentarsi;

Non fumare prima di andare a dormire;

Infine, non fare attività fisica intensa prima di andare a letto.


PROVARE PER CREDERE!!!!!

domenica 27 luglio 2008

Dormire fa bene : curiosità


1 - E' stato condotto uno studio in Grecia da un gruppo di ricercatori di Harward che hanno seguito per oltre 6 anni, 23 mila greci scoprendo che il riposino pomeridiano fa bene al cuore perché riduce lo stress.
I maggiori benefici sono stati riscontrati negli uomini in attività.
La ricerca ha infatti evidenziato che il rischio di morire di infarto o di altre malattie del sistema cardiocircolatorio diminuiva di oltre un terzo tra quanti dormivano almeno mezz’ora di pomeriggio, tre volte alla settimana.

2 - uno studio pubblicato su Nature Neuroscience ha evidenziato che una buona notte di sonno aiuta a memorizzare meglio. Gli studiosi hanno visto per la prima volta che la privazione di sonno per una notte mina le performance mnemoniche nei giorni successivi


3 - Contrariamente a quanto si tende spesso a pensare, chi dorme meno ha più probabilità di ingrassare.

Lo sostiene una ricerca curata da James Gangwisch della Columbia University, presentata durante l'incontro annuale della North American Association for the Study of Obesity svoltosi a Las Vegas. Gli studiosi hanno analizzato un campione di circa 18.000 persone tra i 32 ed i 59 anni. E hanno scoperto che insieme a fattori quali l'attività fisica, il consumo di alcol, la depressione, l'età e il sesso, anche il numero medio di ore di sonno per notte è collegato al rischio di ingrassare. Chi dorme dalle 4 alle 5 ore per notte ha il 50 per cento di rischio in più di diventare obeso, mentre per chi dorme 6 ore il rischio sale del 23 per cento. La privazione del sonno interferisce probabilmente con gli ormoni che regolano l'appetito e il fabbisogno energetico del corpo.



4 - Sarà il caldo, l'appesantimento delle cene estive, il vino, l'euforia, il tirare tardi, ma è un fatto che anche chi durante il resto dell'anno dorme senza problemi, in estate fatica a prender sonno, dorme male, la mattina si sveglia ancora più stanco della sera prima. Un italiano su tre, dicono gli esperti, è vittima dell'insonnia da caldo. "Durante il sonno - spiega Gioacchino Mennuni, responsabile del laboratorio del sonno dell'Università Cattolica di Roma - la temperatura del corpo si abbassa, naturalmente, di circa un grado centigrado: questo favorisce la produzione di melatonina e il nostro riposo. Invece, l'elevata temperatura esterna nelle notti estive limita la diminuzione di quella corporea e spezza i ritmi circadiani".

5 - Dormire fa bene al sistema immunitario. Una ricerca tedesca sostiene che dormire rafforza il sistema immunitario. In un gruppo di persone che si sono volontariamente vaccinate contro l’epatite A, chi dormiva di più aveva una una migliore risposta immunitaria al vaccino. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Psychosomatic Medicine.

Lo studio. I ricercatori dell’Università di Lubeck hanno misurato i livelli di anticorpi contro l’epatite A nel sangue di 19 uomini e donne, fino a 28 giorni dopo la vaccinazione. Metà dei partecipanti, dopo essere stata immunizzata ha dormito per una notte intera, mentre l’altra metà è rimasta sveglia quella notte e tutto il giorno seguente. Dopo quattro settimane il primo gruppo aveva in media circa il doppio degli anticorpi rispetto all’altro (anche se comunque il numero di anticorpi in questo secondo gruppo era efficace). I ricercatori hanno interpretato questi risultati ipotizzando che i mutamenti ormonali che si verificano durante il sonno possono coadiuvare la funzione immunitaria.


6 - Un riposino di 20 minuti aumenta la produttività. Che si chiami siesta rigenerante o abbiocco, l'importante è non far crollare sonoramente la testa sulla scrivania
La siesta in ufficio fa bene, e non solo a chi la fa. E' stato provato scientificamente. Un riposino di 20 minuti riduce considerevolmente il rischio di subire un incidente sul luogo di lavoro, e aumenta il rendimento di un individuo.

sabato 26 luglio 2008

Gli scimpanzè accolgono e allattano i neonati umani insieme ai propri piccoli ma è vero anche l’incontrario?


Gli scimpanzè condividono con noi il 99% del patrimonio genetico.


Negli anno ’30 lo psicologo Winthrop Kellogs, insieme alla moglie Luella, decise di allevare suo figlio Donald insieme ad un piccolo scimpanzè femmina, Gua.

Donalds aveva 10 mesi mentre Gua era uno scimpanzè di 7 mesi e mezzo.

I due visserò insieme per 9 mesi, mentre i genitori registravano i loro progressi.

Gua non solo mostrò di maturare più in fretta del “fratellino” ma assunse molti comportamenti umani come camminare in piedi e servirsi del cucchiaio.
Gua dimostrava all'inizio maggiori capacità di Donald: ubbidiva subito, conduceva i giochi e scopriva per prima le novità. Donald era invece migliore nella imitazione vocale.
Dovette smettere poichè suo
figlio stava imparando più dalla scimmia che dall'uomo e Donalds affamato cominciava a produrre versi da scimpanzè.


Perchè allora siamo cosi diversi?

Sicuramente un freno all'intelligenza degli scimpanzè è stato posto dalla loro incapacità di parlare, cosa che ha invece consentito all'uomo di evolversi socialmente tramite l'evoluzione cumulativa della cultura.

Molti scienziati condividono su questo punto: molte barriere erette tra l'uomo e lo scimpanzè sono unicamente culturali.


Forse se disponessero del linguaggio potrebbero ereditare la loro cultura di generazione in generazione e nel tempo evolversi nella scala zoologica fino a competere con l'intelletto umano.

lunedì 21 luglio 2008

21 Luglio - 60 anni di Beppe Grillo - AUGURI!

BEPPE GRILLO FA 60 ANNI, DA TV A BLOG E PIAZZA di Elisabetta Stefanelli

ROMA - Beppe Grillo compie 60 anni - è nato il 21 luglio del 1948 a Savignone (Genova) - e festeggerà "in famiglia, con i figli, niente di pubblico", dice. Festa privata quindi per un personaggio molto pubblico che conquista il traguardo dell'età con qualche sorpresa: "Devo dire - spiega Grillo - che non mi aspettavo assolutamente di arrivare a questa età così come sono oggi, con questi spunti. Entrando nel mondo dei vecchi mi si sono aperte nuove prospettive, ci sono dentro".

Il suo sguardo però è "tutto rivolto ai giovani, perché quello che non mi manca mai è la speranza di cambiare il mondo". "Mi piace l'idea di tracciare la strada per i giovani", continua Grillo che, diplomato in ragioneria, si scoprì comico quasi per caso, improvvisando un monologo nel corso di un provino. Apparve due settimane dopo per la prima volta in tv, scoperto da quel Pippo Baudo che commenta: "Grillo? Da comico si è messo a far politica. Io sono contrario e, amichevolmente, l'ho pure invitato a desistere: mi sembra francamente esagerato". "Certo sono dalla parte dei perdenti - aggiunge il comico che raggiunse il successo già nel 1977 e nel 1978 tra Luna Park e Fantastico - ma lo dico senza rammarico. Guardo invece al futuro per i giovani, alle liste civiche, alla comunicazione che parte dal basso. Non mi dispiace sedere sulla panchina di chi perde, anche perché quella dei vincitori è veramente troppo affollata".

Nella nuova stagione il suo primo impegno "sarà un nuovo tour che parte a settembre, dal nord, credo da Pordenone perché quando mi va bene lì va bene ovunque. Si chiamerà 'Delirio', per un sessantenne che delira e vede il mondo delirante". Arriverà a quasi trent'anni da quella trasmissione del 1981, Te la dò io l'America, seguita nel 1984 de Te lo do io il Brasile, lanciava il genere della trasmissione seriale in monologo che sarebbe stata il suo punto di forza. Tutta incentrata sulle sue esperienze personali anche Grillometro (1985), poi le sue esibizioni cominciarono ad assumere toni sempre più satirici, sempre più diretti e pungenti. Iniziarono così i primi problemi con la tv pubblica, a partire dal Fantastico del 1986 quando attaccò l'allora presidente del Consiglio Bettino Craxi. Ne conseguì un allontanamento dalla Rai, con l'unica eccezione del Beppe Grillo Show trasmesso dal Teatro delle Vittorie nel 1993, un vero successo in termini di ascolti che mostra il Grillo della forte denuncia.

A parte la parentesi con Telepiù, conclusa nel 2002, tutto questo lo portò a lavorare in teatro negli anni Novanta con una serie di fortunati recital dalla forte polemica ambientalista e di denuncia civile. Il primo è Buone notizie, scritto con Michele Serra ed inaugura la nuova stagione della comunicazione di Beppe Grillo che approda infine al Blog lanciato con il tour del 2005 che è il primo in Italia per numero di link e tra i primi al mondo. Qui nasce il suo ruolo di "capo opinionista", che lo avvicinerà sempre più alla piazza fino al V-day che si svolge l'8 settembre del 2007 in 180 piazze italiane per una legge di inziativa popolare per "pulire" il Parlamento italiano. Tra le tanto inziiative il 25 aprile del 2008 poi il secondo V-Day dedicato all'informazione.

venerdì 18 luglio 2008

29 rimedi FAI DA TE per il "SINGHIOZZO"






Capita a tutti prima o poi, si ripete in modo ritmico, fastidioso e spesso "ostinato":

è il singhiozzo.

Il singhiozzo è dovuto a contrazioni ripetute e involontarie del muscolo diaframma, il muscolo che si contrae durante l'inspirazione e si distende durante l'espirazione.


Può essere causato da :

1 dilatazione dello stomaco, determinata dalla rapida o eccessiva ingestione di cibo e liquidi e aria (mangiare troppo in fretta);

2bruschi sbalzi di temperatura, come passare dal caldo al freddo oppure bere una bevanda bollente o gelata;

3 eccessiva ingestione di bevande alcoliche, che può danneggiare la mucosa gastrica (il tessuto di rivestimento dello stomaco) provocandone l'infiammazione e indirettamente irritare il diaframma

4 episodi di emotività: quando ci si trova in una condizione di forte disagio, si ingoia una quantità di aria superiore al normale; ciò provoca come diretta conseguenza l'irritazione del diaframma e quindi la comparsa del singhiozzo.

Quando il singhiozzo viene per uno di questi motivi deve essere considerato un fenomeno del tutto normale e si può risolvere in pochi minuti, ricorrendo ai metodi di cura tradizionali elencati di seguito;

N.B. (Se il singhiozzo è ripetuto e dovuto ad altre cause bisogna invece sentire il medico perché può essere causa di altri disturbi e va curato)


ECCO I 29 RIMEDI FAI DA TE

1 trattenere il fiato e restare in apnea per 10-15 secondi. Questa manovra è utile perché induce il diaframma a rilassarsi e deve essere preceduta da una inspirazione profonda. “Fatelo per due o tre volte, poi fate un respiro profondo e ricominciate. A questo punto dovrebbe essere fatta”

2 ingerire rapidamente acqua fredda a piccoli sorsi, almeno 7, oppure metterne un sorso in bocca e spingerla violentemente nell'esofago (il tratto del tubo digerente compreso tra la gola e lo stomaco). Ciò permette di far arrivare al cervello un messaggio in grado di bloccare il singhiozzo;

3 deglutire un po' di ghiaccio tritato finemente.

4 favorire uno starnuto (si può usare una piuma con cui solleticare la base del naso). In questo caso si mette in azione tutta la muscolatura diaframmatica e quella intercostale. Di conseguenza si dà uno scossone violento al sistema che riparte riprendendo il suo ritmo normale.

5 inghiottire rapidamente un cucchiaino di zucchero: grazie alla composizione in granuli, lo zucchero scendendo attraverso l'esofago, stimola il diaframma fermandone le contrazioni

6 prendere un cucchiaino di aceto: in virtù della sua composizione acida, l'aceto determina una lieve contrazione dell'esofago, spesso sufficiente a interrompere lo spasmo del diaframma. Non bisogna, però, usarlo spesso, a causa delle sue proprietà corrosive, che potrebbero determinare lesioni alla mucosa che riveste lo stomaco.

7 comprimere con le unghie degli indici un punto di agopuntura situato all'interno dei padiglioni auricolari. Si tratta della piegolina che si trova in mezzo alla conca, la zona in prossimità del condotto uditivo.

8 prendere un cucchiaino di succo di limone puro: il sapore asprigno del frutto induce a trattenere il fiato per qualche secondo, favorendo la risoluzione del problema (oppure potete succhiare una fetta di limone).

9 bagnare un lobo dell'orecchio con acqua o saliva (credenza popolare)

10 distrarre la persona. (credenza popolare)
11 un luogo comune, con un fondo di verità, dice che per far passare il singhiozzo possa essere utile uno spavento. La paura, infatti, come conseguenza provoca un'ulteriore contrazione del muscolo diaframma, che spesso riesce ad invertire la rotta facendo riprendere il ritmo normale di movimento al muscolo stesso. D'altra parte però, uno spavento improvviso può anche provocare il singhiozzo o addirittura accentuarlo, se già lo si ha. Un sussulto di timore induce, infatti, a inspirare più in fretta del normale, determinando una maggior introduzione di aria nei polmoni, cosa che può facilmente scatenare il singhiozzo stesso.

12 bere un bicchiere d’acqua a testa in giù: si deve sorseggiare mezzo bicchiere d'acqua bevendo dalla parte opposta del bicchiere (in pratica si deve ruotare il polso, dopo aver preso in mano il bicchiere, di circa 180 gradi); le gambe devono essere leggermente divaricate, mentre il busto è proteso in avanti;

13 bere gin

14 appoggiare sul collo un pezzo di ghiaccio

15 mettere un impiastro di mostarda sull'addome

16 mettere una borsa di ghiaccio sull'addome

17 respirare profondamente ed espirare l'aria in modo lento e regolare

18 bere acqua e menta

19 quando e' un neonato ad avere il singhiozzo, si puo' prendere il piccolo in braccio, fargli appoggiare la testa sulla nostra spalla e dargli dei colpettini sulla schiena, in modo da fargli espellere l'aria che forse gli sta dilatando lo stomaco o l'esofago.

20 inspirare ed espirare in un sacchetto di carta ci fa aumentare il tasso di anidride carbonica nell'organismo. (rimedio casalingo efficace) “Dovete inspirare ed espirare esattamente per dieci volte, e dovete
farlo con forza, fino a diventare rossi in faccia. Dovete anche farlo in
fretta, sigillando bene la carta intomo alla bocca in modo che non entri
aria.”

21 tirarsi la lingua con forza.

22 sollevate l'ugola (la piccola escrescenza carnosa che pende nella parte posteriore della bocca) con un cucchiaio.

23 solleticate la parte superiore della bocca con un cotton fioc nel punto in cui si incontrano il palato molle e il palato duro

24 masticate e inghiottite del pane secco

25 comprimete il torace spingendo in su le ginocchia o piegandovi in avanti.

26 fate un gargarismo con acqua.

27 riempite d'acqua una grossa tazza di latta e mettetela sulla tavola, poi mettetevi gli indici nelle orecchie. Piegatevi all'altezza della vita, sollevate la tazza con il mignolo e il pollice di ciascuna mano, e trattenendo il fiato bevete l'acqua in uno o due sorsi.

28 farsi fare il solletico mentre si trattiene il fiato e sforzarsi il più possibile di non ridere»

29 un cucchiaino con zucchero e qualche goccia di limone (perfetto per i neonati)




Leggi questo fumetto:


giovedì 17 luglio 2008

Mi hanno bannato e non so perché?






Ieri mi è arrivata un email da "Google Adsense" con scritto : “Account disattivato”
…..senza un motivo specificato. E da un momento all’altro non funzionava più nulla.
Allora clicco su un link per capire e saperne di più e in una sezione vedo scritto:

“È possibile che il mio account venga riattivato dopo che è stato disattivato a causa di un'attività di clic non validi?”

Leggo cosa c’è scritto e ad un certo punto mi dice:
“Per presentare un ricorso contro la disattivazione del tuo account, ti preghiamo di contattarci esclusivamente attraverso il nostro modulo online.”

Clicco e tra i vari dati mi chiedono :

“Qualsiasi informazione pertinente che ritieni possa spiegare i clic non validi da noi rilevati

Quali clic , quando , come e perché?
Io sono senza parole.
Non solo mi bannano senza dirmi il perché ma mi chiedono a me come mai?


Ma che siamo davvero nel mondo dell’incontrario? (come dice anche Beppe Grillo).


E io che stavo per scrivere un post con scritto che Google e oknotizie funzionano.
Infatti la maggior parte delle visite ricevute le ho avute dai lettori di ok notizie e dai motori di ricerca google.


Adesso vediamo cosa mi dicono …io il modulo l'ho inviato.

lunedì 7 luglio 2008

Mozilla è riuscita ad entrare nel Guiness dei Primati







Il 17 giugno 2008 Mozilla celebrava l’inizio del "Download Day", giorno in cui tentava di far entrare il nuovo Firefox 3 nel Guiness dei Primati per il maggior numero di download di un programma effettuato nell’arco di 24 ore.
Il tentativo di Guiness è andato a buon fine, ben 8.002.530 persone hanno scaricato il nuovo programma di navigazione a partire dalle 18.16 del 17 giugno, fino alle 18.16 del 18 giugno ( Mozilla aveva stimato di poter arrivare a 5.000.000 ) e nonostante l'enorme quantità di traffico l’organizzazione dell’evento si è conclusa al meglio .
Il successo del Dowload Day è risultato chiaro fin da subito ma solo il 02 luglio è arrivata la conferma definitivaLa conferma definitiva è arrivata dal blog ufficiale di Mozilla, : il Guiness World Record ha ufficialmente attribuito a Firefox il primo record come programma più scaricato nelle prime 24 ore del rilascio.



Il Download Day ha stabilito un record da Guiness dei Primati unico nel suo genere. Firefox 3 diventa ufficialmente il software più scaricato nelle prime 24 ore dal rilascio, inaugurando così una nuova categoria per il Guiness.

Tutto ciò grazie al supporto della community di Mozilla e tutti i suoi simpatizzanti.

Migliaia di persone si saranno viste recapitare :

"Ci siamo riusciti!Abbiamo stabilito un Guinness dei Primati per il maggior numero di download di un programma effettuato nell’arco di 24 ore. Con il vostro aiuto abbiamo raggiunto 8.002.530 download.
Ora siete entrati a far parte di un record mondiale e siete i fortunati possessori della versione migliore di Firefox!
Non dimenticate di scaricare il vostro attestato personale di partecipazione per aver collaborato al raggiungimento del Guinness dei Primati."

La comunità Mozilla così ringrazia tutte le persone che hanno reso possibile il successo dell'operazione, senza dubbio uno degli eventi di marketing e pubblicità più originali degli ultimi anni.
Il certificato personalizzato del Download Day che attesta il contributo per il raggiungimento del record può essere scaricato da questa pagina WEB


domenica 6 luglio 2008

"Cocaine" una nuova bibita : «avvicina i giovani all'uso delle droghe»



Iniziano le polemiche per la nuova bibita


COCAINE è un nuovo energy drink (bibita energetica) che sta per sbarcare sul mercato anglosassone e dà l'illusione di essere «su di giri».


Questa bevanda, che ha riscosso grande successo negli Usa, contiene il 350 per cento in più di caffeina rispetto alla famossissima «Red Bull», e 750 milligrammi di taurina.

Questa bevanda energizzante, che negli Stati Uniti si è presentata come «l’alternativa legale» alla cocaina, sarà messa in commercio nel Regno Unito alla fine dell'estate.

La versione americana contiene wasabi e cannella, uno strano composto che rende insensibili la gola e i denti, proprio come accade quando si assume cocaina.

E per questo i critici sostengono che «Cocaine» non fa altro che avvicinare i più giovani all’uso delle droghe.

Promette «euforia, energia estrema e capacità di rimanere allegri e pimpanti per 5 ore» proprio come alcune droghe.

Di cocaina, ovviamente, non ne contiene nemmeno una particella.
Ma neanche estratti di coca, come (così si dice) la ben più famosa Coca-Cola.
A prima vista potrebbe sembrare una delle tante bibite energetiche, ma il suo nome e gli effetti che produce sono molto diversi da un classico drink analcolico
C'è chi la considera solamente una bevanda «un po' più energetica» e chi, come le associazioni antidroga, attaccano direttamente i suoi produttori anche perché per vendere la bibita non hanno esitato a chiamarla cocaina.

Il suo logo recita:
«Instant Rush. NO Crash!»: ovvero
«Istantanea euforia. Nessuno schianto».


«Penso che non ci sia altro prodotto, eccetto la cocaina vera, che produce effetti così duraturi e così entusismanti nelle persone». Ma non tutti sono d'accordo: «I bambini, amanti delle bibite energetiche, berranno Cocaine e quando saranno più grandi saranno attirati dalla droga vera», afferma David Raynes, membro dell'associazione inglese per la prevenzione alle droghe. «Inoltre non bisogna dimenticare il messaggio subliminale che si cela nel prodotto. L'immagine della droga è presentato come qualcosa di attraente, e cosa non è più bello per i giovane se non le cose alternative e attraenti?».


Sono i sentimenti che creano l'attrazione, non solo l'immagine o il pensiero. Vivi, senti, attua il tuo futuro come se stesse accadendo.
"Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ciascuno con il proprio talento" P. Coelho
Guarire significa imparare ad amarsi, a onorarsi, a rispettarsi.

Il conoscente e' quella persona di cui siamo abbastanza amici da chiedere un prestito, ma non tanto intimi da restituirlo.

> Ambrose Bierce
"Guarda le piccole cose perchè un giorno ti volterai...e capirai che erano grandi" Jim Morrison

GUARDA QUI

Ebook
I Migliori Ebook Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Affiliazione
Vuoi Guadagnare? Iscriviti Subito al Programma di Affiliazione
Autore?
Pubblica Online il Tuo Ebook! Il 60% è per te! Ottime Vendite!
AUTOSTIMA.NET: PNL & CRESCITA

Guida Programmi TV

Il segno più sicuro che si è nati con grandi qualità è l'essere nati senza invidia

- Titolo del sito IL BLOG DI HEIDI - Descrizione del sito IMPROVVISAZIONE SENTIMENTO E LIBERTA' - Parole chiave del sito IL SEGRETO THE SECRET MUSICA VIDEO SALUTE CONSIGLI AFORISMI NOTIZIE